Roma Moderna. Ciucci Giorgio (a cura di). Mondolibri, 2003.

13,80

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Mondolibri (Su licenza Laterza.); 2003; Noisbn ; Rilegato con titoli in oro al dorso, sovracoperta; 21,5 x 15 cm; pp. XXIX-473; A cura di Giorgio Ciucci. Volume con 77 tavv a col e b/n fuori testo. ; Presenta leggeri segni d’uso ai bordi (senza mancanze nè lacerazioni), interno senza scritte; Buono, (come da foto). ; Saggi di : Ph. Boutry C. Brice M. Caffiero A. Cipriani G. Ciucci G. Curcio I. Fosi M. Gargano J. Garms M. Gori Sassoli S. Pasquali A. Romano C.M. Travaglini M.A. Visceglia. Gli anni fra i primi del Seicento e la metà dell’Ottocento segnano per Roma l’alba e il tramonto di un periodo esaltante: l’alternarsi delle vicende politiche e le trasformazioni culturali e sociali portano la città prima a divenire capitale politica delle potenze europee, poi capitale della cultura internazionale, quindi capitale ideale dell’impero napoleonico, per infine tornare a essere rappresa in una cristianità ritrovata nello spirito e nella tradizione. In poco più di duecento anni si assiste alla trasformazione della sua immagine urbana, alla costruzione di quella splendida “città della rappresentazione” che tutti conosciamo, la Roma delle chiese e dei palazzi, delle piazze e delle fontane, delle scalinate e delle prospettive. Una città che rimane a lungo fulcro della vita culturale europea, città dalle tre anime, insieme centro della Chiesa cattolica, capitale dello Stato Pontificio, città municipale dove la scena politica, sociale, economica, edilizia è dominata dalle famiglie nobili. Ma Roma è anche un centro urbano senza borgo, senza periferia, senza contado, con pochi abitanti e ai confini di vaste zone malariche e paludose. Della “città della rappresentazione” e della Roma dei cittadini danno conto i tredici autori di questo libro. ;