La rivoluzione scientifica del XVII secolo. Westfall Richard S.. Mulino, 1999.

23,00

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 14508 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Il Mulino (Universale paperbacks 163); 1999; 9788815070586; Copertina flessibile ; 20,5 x 12,5 cm; pp. 202; ; minimi segni d’uso alla copertina, interno ottimo; Molto buono (come da foto). ; La scienza moderna trae origine dalla rivoluzione scientifica del Seicento, quando una serie prodigiosa di speculazioni e di scoperte fa giustizia una volta per tutte del vecchio edificio aristotelico e avvia la conoscenza del mondo in senso moderno. L’universo appare come una grande macchina, le cui leggi interne di funzionamento possono essere indagate e descritte senza ricorrere all’autorità di Aristotele e delle Scritture. Il Seicento è il secolo degli strumenti che servono per misurare (il barometro, il termometro) e per osservare (il telescopio e il microscopio), il secolo degli esperimenti e delle dissezioni, dei poderosi epistolari con cui gli scienziati di tutta Europa si scambiano dati e notizie. Al libro della natura si sostituisce il libro della Scuola. Eroi di questa epopea scientifica sono Keplero, Galileo, Harvey, Cartesio, Boyle, Newton, Malpighi, Torricelli, cui si affiancano gli scienziati e i dilettanti riuniti nelle tante accademie scientifiche seicentesche. Il libro ripercorre le fasi fondamentali della rivoluzione scientifica e i che essa ha trasmesso ai secoli successivi e che fanno parte del patrimonio della cultura contemporanea. ; Spedizione sempre tracciabile. L’immagine corrisponde alla copia in vendita.