Storia della Resistenza italiana (8 settembre 1943 – 25 aprile 1945). Battaglia Roberto. Einaudi, 1953.

18,00

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 16712 Categoria: Tag:

Descrizione

Einaudi (Saggi 165); 1953; Noisbn ; Brossura ; 21,5 x 16 cm; pp. 621; Volume con 38 ill f.t. (foto, mappe, cartina ripiegata). ; Presenta segni d’uso ai bordi (senza mancanze, piccole imperfezioni), interno senza scritte, volume brunito, PRIVO di sovracoperta (conserva solo i risvolti) ; Accettabile, (come da foto). ; Vicina ancora negli anni, la Resistenza italiana già sfuma nella luce delle epoche leggendarie. Troppo poco si conosce la sua vera storia: che pure è stata storia di tutti. Questo libro da tempo atteso è la prima esposizione storica approfondita e completa della lotta di Liberazione in tutta Italia. É un libro che chi ha vissuto quei venti mesi di ansie, di lutti, d’eroismi e di speranze, leggerà con partecipazione commossa, e che ai piú giovani farà conoscere un’Italia autentica e generosa e aprirà il cuore a un patriottismo non astratto o retorico. Dopo i capitoli introduttivi sulle premesse della Resistenza durante il « ventennio », sulla seconda guerra mondiale e sul 25 luglio, la narrazione vera e propria s’inizia con 1’8 settembre, la difesa di Roma, la resistenza delle Forze Armate in patria e all’estero e l’insurrezione di Napoli. Essa segue quindi il formarsi dell’esercito partigiano, tenendo sempre contemporaneamente presente lo sviluppo della situazione politica nei partiti del C.L.N. sia nell’Italia occupata che nel « regno del Sud », e insieme senza mai perdere di vista ciò che ac cadeva nel campo del fascismo di Salò. Allo stesso modo, delineando la storia della lotta armata, vengono sempre parallelamente esaminati il settore delle campagne (montagna o pianura, coi rapporti tra partigiani e ambiente contadino) e quello delle città (con l’apporto della resistenza operaia nelle fabbriche). E le pagine piú intense, piú ricche di umanità e d’intelligenza interpretativa, non sono soltanto quelle riguardanti fasi culminanti della lotta, come le Fosse Ardeatine, il processo di Torino, la liberazione di Roma, quella di Firenze, i grandi rastrellamenti, la difesa degli impianti, l’insurrezione, ma pure quelle in cui la Resistenza viene studiata nella sua vita quotidiana, nei suoi valori di rinnovamento morale e civile del nostro popolo: là dove si parla delle diverse caratteristiche della Resistenza nelle varie regioni, o dei primi esperimenti d’autogoverno nelle « zone libere », degli accordi internazionali della Resistenza, o di aspetti del « folklore » partigiano come le canzoni o i nomi di battaglia. Particolare interesse ha il libro dal punto di vista della storia militare, esaminando lo sviluppo di una tecnica nuova di combattimento, attraverso un susseguirsi di esperienze ora sfortunate ora vittoriose. L’autore si è giovato dell’apporto e della collaborazione diretta di molti combattenti, che hanno fornito relazioni dettagliate, dati, documenti sulle varie fasi della lotta; certo la materia è tanto vasta che non si potrà mai dire d’aver « raccontato tutto», e le proposte d’integrazioni e di precisazioni saranno benvenute e serviranno ad arricchire le edizioni successive. ; L’immagine se disponibile, corrisponde alla copia in vendita.