Poesia italiana del Novecento. Quaderni inediti. Debenedetti Giacomo. Garzanti, 1980.

13,80

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Garzanti (Saggi Blu.); 1980; Noisbn ; brossura ; 21 x 14 cm; pp. 247; Introduzione di Pier Paolo Pasolini. Prima edizione nella collana. ; Presenta leggeri segni d’uso ai bordi (senza mancanze nè lacerazioni, piccole imperfezioni), interno senza scritte, volume lievemente brunito; Buono, (come da foto). ; Debenedetti interroga la letteratura e i suoi testi facendone un simulacro della realtà. Il suo impegno a capire diventa dunque questione di vita e di morte… Nel seguire – stavolta, in questo libro di lezioni che coinvolgono quasi morbosamente il lettore l’evolversi del fenomeno letterario da una condizione (l’ermetismo) ad una condizione contraria (la poesia impegnata) – egli si impone la fatica improba, mortale, di affermare, testimoniare e provare la sua conoscenza di tutti i fatti fondamentali di tale evoluzione (Mallarmé, Montale, Ungaretti, Saba…): di affrontare la loro convenzionalità e di riesprimerli, con un’abbondanza schiacciante di argomenti e di scoperte. Egli condivide coi suoi poeti l’intensità e la tensione culturale, l’iniziazione, le scelte conoscitive e esistenziali… È un loro complice. Nelle sue mani, un loro testo è esaminato con la loro stessa sensibilità, e con la stessa potenziale inesauribilità del loro rapporto con esso. Quando Debenedetti si attacca a un testo – o a un suo frammento significativo- non lo lascia più. Perché se la sua analisi non fosse infinita, non sarebbe. Debenedetti è stato di un estremo rigore nel porsi il traguardo irraggiungibile di una totalità di lettura senza specializzazioni: totalità coincidente dunque con l’inesauribilità della ricerca, e realizzata attraverso un metodo non metodico. (dalla Introduzione di Pier Paolo Pasolini); Spedizione sempre tracciabile. L’immagine corrisponde alla copia in vendita.