L’armata scomparsa. L’avventura degli italiani in Russia. Petacco Arrigo. Mondadori, 1998.

10,80

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 14052 Categoria: Tag:

Descrizione

Mondadori (Le Scie); 1998; 9788804420309 ; Rilegato con sovracoperta; 23 x 15 cm; pp. 240; ; minimi segni d’uso alla sovracopertina, interno ottimo; Molto buono (come da foto). ; Per trasferire la nostra Armata sul fronte russo durante la seconda guerra mondiale si resero necessarie settecento tradotte, per riportare a casa i superstiti ne bastarono diciassette. Questo dato è più che sufficiente per indicare le dimensioni della tragedia in cui furono coinvolti i nostri ragazzi “l’età media superava di poco i vent’anni” insieme a milioni di loro coetanei russi, tedeschi, ungheresi e rumeni. Dalla partenza del primo soldato italiano nel luglio 1941 al ritorno dell’ultimo prigioniero nel febbraio del ’54, Arrigo Petacco riunisce per la prima volta in questo libro le quattro fasi della campagna di Russia: la corsa vittoriosa verso la riva del Don, l’eroica resistenza durante il contrattacco sovietico, la rotta disastrosa e infine l’allucinante marcia dei meno fortunati verso i lager sovietici dai quali tornarono vivi poco più di diecimila soldati su ottantacinquemila. Storico «revisionista» – se per revisionismo s’intende la ricerca della verità nel polverone propagandistico che ancora la nasconde -, Arrigo Petacco ricostruisce, senza risparmiare critiche a nessuno, l’avventura degli italiani in Russia. Spiega le reali ragioni e le nefaste illusioni che spinsero Mussolini, nonostante l’opposizione di Hitler, a inviare un’Armata su un fronte così lontano a scapito di altri strategicamente più importanti; e restituisce il valore di combattenti non solo agli alpini, ma anche a fanti, aviatori, marinai e militi che, nonostante le avverse condizioni e l’inadeguato equipaggiamento, adempirono con valore al proprio dovere. Inoltre, grazie alla nuova documentazione recuperata negli archivi del KGB, ripercorre la drammatica odissea dei nostri connazionali prigionieri nei lager, dove persino gli aguzzini erano vittime di un sistema politico-criminale paradossalmente proposto al mondo come modello di democrazia e libertà. ; ATTENZIONE! Spedizione tracciabile entro 24 ore lavorative. Il libro sarà accompagnato dallo scontrino, chi volesse la fattura deve comunicare i dati completi al momento dell’ordine. Contatti: 0118390381.