La via cilena al socialismo. Salvador Allende. Editori Riuniti, 1971.

11,04

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 16970 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Editori Riuniti (Il Punto 63); 1971; Noisbn ; Copertina flessibile ; 18 x 9,5 cm; pp. 320; Introduzione di Renato Sandri. Traduzione di Leonardo Fitta, Laura Gonzales, Piero Lapiccirella e Rosa Rossi. ; Presenta segni del tempo ai patti e tagli (senza mancanze nè lacerazioni, imperfezioni), interno senza scritte, volume lievemente brunito; Buono, (come da foto). ; Il programma d’azione del primo governo popolare nel subcontinente americano. Una via originale di sviluppo socialista per battere l’arretratezza e il predominio imperialista. Salvatore Allende Gossens è nato nel 1908 ed ha trascorso la giovinezza a Valparaiso, nella cui università si è laureato in medicina. Già nel periodo degli studi universitari capeggiò le lotte del movimento studentesco, conoscendo anche la prigione. Deputato socialista, partecipò alla direzione della campagna per la elezione nel 1938 del candidato del Fronte popolare, il radicale Pedro Aguirre Cerda, alla presidenza della Repubblica cilena. Con la vittoria del Fronte, Salvador Allende entrò nel governo di Aguirre Cerda come ministro della sanità. Eletto senatore nel 1945, nelle successive elezioni egli ha mantenuto ininterrottamente il suo seggio al Senato (di cui è stato vicepresidente e presidente) fino al 1970. Salvador Allende è stato candidato alle elezioni presidenziali del 1952, 1958, 1964. Nelle elezioni presidenziali del 4 settembre 1970, candidato di Unità popolare, Salvador Allende ha ottenuto, col 36% dei voti, la maggioranza relativa dei suffragi. Il 24 ottobre, la Camera e il Senato cileni, riuniti a congresso per scegliere, a norma della Costituzione, il presidente della Repubblica tra il primo e il secondo candidato, hanno ratificato il responso delle urne eleggendo Salvador Allende presidente della Repubblica del Cile. Assunti i poteri il 4 novembre 1970, Allende ha costituito il governo nel quale sono rappresentati tutti i partiti e i movimenti facenti parte dello schieramento di Unità popolare. ; L’immagine se disponibile, corrisponde alla copia in vendita.