L’ androgino. L’umana nostalgia dell’interezza. Zolla Elemire. Red, 1989.

32,20

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 14538 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Red (Arte e immaginazione 8); 1989; 8870318060 ; Rilegato con titoli al dorso, sovracoperta ; 24,5 x 17,5 cm; pp. 145; Prima edizione. Volume riccamente illustrato a col. e b./n. ; Presenta leggeri segni d’uso ai bordi (senza mancanze piccole lacerazioni ai bordi della sovracoperta, riparati con nastro adesivo), interno senza scritte; Buono, (come da foto). ; Né uomo né donna, ma uomo e donna insieme: questo è l’androgino. Fanciullo malioso, nel mito greco assunse in un solo nome quello dei divini genitori, Ermes e Afrodite, e si fuse in un liquido abbraccio con una ninfa. Ma non è solo fra gli dei della Grecia che troviamo una traccia inquietante della ‘differenza’ negata: nel resoconto penetrante che Elémire Zolla ci offre in questo libro, l’androgino è una costante dell’immaginario figurativo di tutti i popoli, traspare sotto la maschera di Pulcinella, assume le vesti di personaggi letterari come Séraphita di Balzac o Orlando di Virginia Woolf, dona una fisionomia indimenticabile agli sciamani di Castaneda. Da tutti emana un fascino che, a ben guardare, è lo stesso di tanti ‘eroi del nostro tempo’: il divo del rock o del cinema, la modella di una pubblicità di moda… Fascino, inquietudine, turbamento: questo è il modo di agire di un archetipo. Quello dell’androgino ci svela una verità intima e profonda: l’elusività della sessualità umana. ; Spedizione sempre tracciabile. L’immagine corrisponde alla copia in vendita.