Favole e leggende della Valle di Viù registrate, trascritte e tradotte in italiano. AA.VV.. Gruppo Folkloristico di Viù, .

27,00

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 17269 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Gruppo Folkloristico di Viù (Tipo-litografia Tricerri.); 1977?; Noisbn ; Copertina flessibile; 25 x 18 cm; pp. 312; Traduzione di Cane Donatella, Guglielmino Elena, Rivotti Anna, Rivotti, Laura. Volume con ill. di Rivotti Laura (Laury). La musica delle canzoncine è stata trascritta da Fornelli Piero ; Presenta leggeri segni d’uso ai bordi (senza mancanze, piccole imperfezioni), autografi di Cane Donatella, Guglielmino Elena e Laury, interno senza scritte, volume brunito; Buono, (come da foto). ; Lo statuto della Regione Piemonte all’art. 5 paragrafo 3 stabilisce “La Regione difende il patrimonio culturale anche nelle sue espressioni regionali” La presente raccolta di favole Viucesi si inserisce perfettamente nell’ambito di questo principio statutario perché assolve al duplice compito di salvaguardia e di divulgazione di una parte del patrimonio culturale piemontese. L’Assessorato Regionale al Turismo, sensibile a questo genere di iniziative spontanee, nel dare il suo appoggio ha voluto sottolineare la propria ampia disponibilità a tali ricerche, perché ritenute indispensabili alla salvaguardia della storia culturale e tradizionale della nostra regione. Il volume è il frutto di un paziente lavoro di ricerca e di trascrizione di una parte della cultura popolare quali appunto le favole, tramandate oralmente per decenni ed indubbiamente destinate a scomparire se non fossero state raccolte da un gruppo di appassionati volenterosi. La ricerca, frutto di un meticoloso lavoro di alcune ragazze di Viù, è stata finalizzata al “recupero” delle favole di un tempo, allorché queste contribuivano a rendere meno disagelovi le lunghe veglie invernali. Ciò ha consentito la realizzazione e la pubblicazione di questa opera che merita di essere elogiata e segnalata proprio perché contribuisce sostanzialmente all’azione di tutela della cultura e delle tradizioni del popolo piemontese. L’Assessore al Turismo Michele MORETTI ; L’immagine se disponibile, corrisponde alla copia in vendita.