Carcere e fabbrica. Alle origini del sistema penitenziario. Melossi Dario, Pavarini Massimo. Il Mulino, 1977.

18,00

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 13421 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Il Mulino (Quaderni della rivista “la questione criminale” 1); 1977; Noisbn ; Copertina flessibile ; 21,5 x 14,5 cm; pp. 252; Prima edizione. ; Presenta leggeri segni d’uso ai bordi (senza mancanze nè lacerazioni), piccola macchia al dorso, interno senza scritte, volume lievemente brunito; Buono, (come da foto). ; Pubblicato dal Mulino nel 1977, tradotto in più lingue, «Carcere e fabbrica» è universalmente ritenuto – a fianco di «Pena e struttura sociale» di Rusche e Kirchheimer e di «Sorvegliare e punire» di Foucault – un grande classico sulle istituzioni carcerarie e le loro origini storiche. Indagando i rapporti tra carcere e lavoro in Europa e in Italia tra il ’500 e la prima metà dell’800, e le esperienze carcerarie degli Stati Uniti nella prima metà del XIX secolo, emerge come l’istituzione carceraria non faccia che proporre in maniera afflittiva modelli di organizzazione sociale ed economici già presenti nella società, che tendono a fronteggiare con strumenti repressivi le grandi masse di disoccupati e di sbandati. ; ATTENZIONE! Spedizione tracciabile entro 24 ore lavorative. Il libro sarà accompagnato dallo scontrino, chi volesse la fattura deve comunicare i dati completi al momento dell’ordine. Contatti: 0118390381.