La primavera di Praga. 1968: la rivoluzione dimenticata. Bettiza Enzo. Mondadori, 2008.

13,50

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 14194 Categoria: Tag:

Descrizione

Mondadori (Le Scie); 2008; 9788804578512; Rilegato con sovracoperta; 22,5 x 15 cm; pp. 159; Prima edizione ; minimi segni d’uso alla sovracopertina, interno ottimo; Molto buono (come da foto). ; “Martedì 20 agosto fu un tipico giorno estivo. Praga era piena di turisti, intere famiglie passeggiavano o sedevano nei parchi. Era inconcepibile pensare che nel giro di poche ore i carri armati sovietici ci avrebbero assalito.” Con queste parole Alexander Dubcek, leader della Primavera di Praga, ricorda nella sua autobiografia il giorno in cui i carri armati dei paesi aderenti al Patto di Varsavia invasero la Cecoslovacchia, decretando la sconfitta del “socialismo dal volto umano”, che a partire dal gennaio 1968 aveva promosso una serie di riforme economiche e politiche, a favore della libertà di stampa e di espressione. Enzo Bettiza, inviato a Praga dal “Corriere della Sera”, visse in prima persona quei tragici momenti che segnavano la fine delle aspirazioni democratiche di una buona parte della dirigenza politica e dell’intero popolo cecoslovacco.; ATTENZIONE! Spedizione tracciabile entro 24 ore lavorative. Il libro sarà accompagnato dallo scontrino, chi volesse la fattura deve comunicare i dati completi al momento dell’ordine. Contatti: 0118390381.