Eros e civiltà. Marcuse Herbert. Einaudi, 1972.

10,80

Solo 1 pezzi disponibili

COD: 13614 Categoria: Tag:

Descrizione

Einaudi (Piccola biblioteca Einaudi PBE 96.); 1972; Noisbn ; Copertina flessibile ; 18 x 10,5 cm; pp. 280; Introduzione di Giovanni Jervis,Traduzione di Lorenzo Bassi ; Presenta segni d’uso ai bordi (senza mancanze nè lacerazioni), dorso con segni di lettura, interno con nome a biro alla prima pagina; Accetabile (come da foto). ;Il pensiero di Herbert Marcuse è, oggi piú che mai, al centro dell’interesse della nostra cultura, specie dopo il recente “Uomo a una dimensione”, dedicato all’ideologia della società industriale avanzata. Questo Eros e civiltà è uno dei libri piú noti di Marcuse, e sviluppa con singolare vigore le premesse della filosofia sociale di Freud. Civiltà e felicità, secondo Freud, sono incompatibili per un motivo profondo: il progresso è fondato sulla repressione degli istinti, cioè vive della rinuncia alla felicità, della sottomissione di Eros. Partendo dalle premesse freudiane, e non ignaro dell’esperienza marxista, Marcuse si chiede se non sia lecito prospettare all’uomo la possibilità di una società non repressiva, nella quale all’insincero benessere del consumo faccia seguito la felicità dell’Eros ritrovato. Il libro conferma le migliori qualità del Marcuse critico, impegnato in una spietata diagnosi dei mali che affliggono la società occidentale La presente edizione è arricchita da una « prefazione politica » dell’autore stesso. ; ATTENZIONE! Spedizione tracciabile entro 24 ore lavorative. Il libro sarà accompagnato dallo scontrino, chi volesse la fattura deve comunicare i dati completi al momento dell’ordine. Contatti: 0118390381.